TESORI SOMMERSI

NEL MARE C'E' UNA MOLTITUDINE DI VEGETALI ANCORA POCO VALORIZZATI: LE ALGHE. IL FUCUS, LA PIU' REPERIBILE DA NOI, PUO' ESSERE IL SEGRETO PER SUPERARE LA "PROVA COSTUME".

Il mare è la culla della vita, è la versione moderna dell'antico "brodo primordiale" in cui avvenne la comparsa della prima cellula vivente. Un fatto inaudito, un passaggio indefinibile e ancora misterioso e che riteniamo essere al confine tra i due mondi, quello vegetale e quello animale. Cosi si ritiene che le alghe unicellulari abbiano avuto un ruolo speciale agli albori della vita sulla Terra.
Le alghe sono scarsamente considerate e sottovalutate. Una prima classificazione generale, che fu fatta sulla base del colore, ci fornisce già ben 10 divisioni (alghe brune, alghe verdi, rosse, gialle, ecc.. ); segue poi una lunga e complessa articolazione in classi, ordini, famiglie, genere e specie che ovviamente vi risparmiano.

L'alga Marina utilizzata da più tempo in occidente è il Fucus Vesiculosus  chiamata anche semplicemente alga bruna o alga kelp, è molto utilizzata per regolare il metabolismo basale e ridurre il sovrappeso. Per quale motivo? La caratteristica principale è quella di contenere iodio minerale e organico, micronutriente essenziale che influenza il corretto lavoro della tiroide.

FUCUS VESICULOSUS, L'ALGA BRUNA CHE FAVORISCE IL DIMAGRIMENTO

La carenza iodica determina una malattia nota come ipotiroidismo. Assumere quindi quest’alga nelle dosi corrette non solo permette di avere le giuste dosi iodio, ma anche di regolarizzare la produzione di alcuni ormoni coinvolti nel determinare il peso di una persona. La presenza di iodio, infatti, stimola il corretto dosaggio ormonale di T3 e T4, che a loro volta favoriscono il lavoro del metabolismo basale e la riduzione, se necessario, della massa grassa.
Il Fucus vesiculosus è presente, proprio per questi motivi, all’interno di molti integratori alimentari. Bisogna però fare attenzione al consumo di questi prodotti perché possono essere lassativi, a causa della presenza di alginati, e se avete già un disturbo tiroideo, soffrite d’ipertensione o di cardiopatie potrebbero non essere adatti e/o dannosi. È quindi importante consultare sempre il vostro medico, prima di studiare una dieta dimagrante supportata dall’alga bruna.

Gli integratori a base di focus non devono essere assunti per più di due mesi consecutivi. È preferibile inoltre effettuale delle cure scandite da pause periodiche, per dare il tempo al corpo di assorbire il trattamento. Inoltre, si consiglia di assumere un dosaggio estremamente leggero (nel caso di tintura madre circa dalle 10 alle 30 gocce diluite in acqua un paio di volte al giorno).

Tra le caratteristiche della kelp, c’è anche quella di ridurre la glicemia e i trigliceridi nel sangue. Ha quindi anche azione antidiabetica. Inoltre, la focus è protettiva nei confronti delle mucose gastrointestinali, perché permette di assorbire e stimolare il senso di sazietà, assorbendo gli acidi gastrici. Ecco quindi un altro effetto importante, se si desidera perdere peso.

(Fonte www.dietaland.com)


Torna all'inizio della pagina