NEI.
CONOSCERLI E PRENDERSENE CURA

Se avete la pelle chiara e delicata, probabilmente avete a che fare con i nei, macchioline scure che possono ricoprire ogni parte del corpo.  I nei hanno fatto al fortuna di attrici e artisti, ma spesso costituiscono un problema per la cura della nostra pelle.

I nei sono agglomerati circoscritti di melanociti, ovvero le cellule che producono la melanina nel nostro corpo. Possono essere piani o in rilievo, di colore variabile dal nero al marrone, molto grandi o poco visibili, dai contorni netti o frastagliati. In ogni caso i nei accompagnano la nostra vita sin dalla nascita: il 2% dei nei presenti nel corpo lo abbiamo sin dalla nascita, ma la maggioranza di queste macchie si sviluppa con l’età.

I nei sono a volte causa di melanomi della pelle, ma bisogna aggiungere che quando si trasforma in tumore maligno un neo ha subito l’influenza negativa dei raggi del sole, ecco perché la prevenzione è importantissima per la cura della nostra pelle.
Il melanoma non sempre presenta fastidi alla pelle, quindi diventa fondamentale un buon autocontrollo della propria pelle.

Bisogna osservare un neo, guardando questi parametri:

- la simmetria, spesso un neo che ha sviluppato un tumore non è simmetrico e presenta lesioni,

- i bordi, quelli di un neo cattivo sono frastagliati e irregolari,

- il colore, se presenta diverse tonalità di colore è meglio controllarlo,

- dimensione, preoccuparsi se supera i 6 mm,

- l’evoluzione, se il neo cambia nel giro di 3 mesi, meglio sottoporsi a controllo.

Non sempre questi segnali sono da interpretare come allarmanti, quindi è bene affidarsi ad un dermatologo.


La prevenzione

Conoscere la propria pelle  e la propria storia è la miglior arma di prevenzione nella cura dei nei. Una storia familiare con precedenti di tumori maligni, in concomitanza con una pelle molto aggredita dai nei, è un campanello d’allarme da non sottovalutare.
Un altro alleato nella cura della pelle è la protezione dai raggi solari: mai esporsi al sole delle ore più calde (12-16), mai dimenticare di stendere una protezione adeguata alla propria pelle, cercando di coprire i nei più importanti con creme a protezione totale.


False credenze e verità sui NEI

- TRAUMI E FERITE
  Non è vero che che traumi e ferite trasformano il neo in tumore. Anche se sottoposti a traumi accidentali e ripetuti (tagli con il rasoio, sfregamenti alla cintura dei pantaloni, ecc..) i nei non si trasformano in tumori. 

-
LE VOGLIE DELLA DONNA IN GRAVIDANZA 
  Non è vero che le voglie della donna in gravidanza si trasformano in nei o macchie nel neonato.

- I NEI NELL' INFANZIA
  Prima della pubertà i nei non sono a rischio. Quindi non necessitano di controllo periodico. E' molto rara l'insorgenza di un melanoma cutaneo prima dei 15 anni.

- SOLE E NEI
  Le ustioni solari ripetute, soprattutto dai 5 ai 18 anni di età, aumentano la probabilità di sviluppare melanomi nell' età adulta. Quindi è necessario proteggere sempre i bambini ed i ragazzi dal sole ed evitare le esposizioni prolungate.
 


Torna all'inizio della pagina